indirizzo: Via Santa Maria in Campo, Casale di Cocullo

Orario: Aperta la domenica per la messa; per gruppi o interessati contattare il parroco

Descrizione

Situata sulla strada che conduce ad Anversa degli Abruzzi, la piccola chiesa – che sembra risalire al periodo preromanico – era in origine grancia di San Giovanni in Campo, a sua volta dipendenza del monastero benedettino di San Vincenzo al Volturno; passò in seguito sotto quello di San Pietro de Lacu di Villalago e, pertanto, per suo tramite, all’Abbazia di Montecassino. Più volte ristrutturata nel corso dei secoli, è stata da ultimo restaurata a seguito del sisma del 2009 e riaperta al culto nel 2011.

Esterno

La facciata, di poco rialzata rispetto al piano stradale da una breve scalinata, presenta cantonali in pietra viva e terminazione a capanna. Al centro è il portale ogivale, anch’esso in pietra, costituito da una doppia ghiera posta su piani sfalsati, poggiante su capitelli sostenuti da piedritti. A sinistra dell’ingresso una piccola finestra rettangolare, con mensola aggettante, è sormontata da una croce stilizzata; in asse con il portale è un’altra apertura di dimensioni maggiori. Il muro perimetrale sinistro è in pietra a vista, con un piccolo contrafforte posto tra due finestre. Sulla parte posteriore, a destra, si innalza il piccolo campanile a vela con un’unica cella.

Interno

Ad una sola navata con copertura a capriate lignee, la chiesa ha il suo elemento di maggior pregio nell’area presbiteriale dove, addossato alla parete di fondo, è posto l’originario altare lapideo sormontato da una nicchia con cornice a pietra viva, all’interno della quale è custodita la statua della Vergine Assunta, solitamente portata in processione il 15 agosto in occasione delle celebrazioni in onore della Madonna.