indirizzo: Via della Fonte, Cocullo

Descrizione

Del tipo a nicchie incassate o “fonti murate”, la fontana è addossata ad un parete ad opus incertum. Essa è composta da tre “nicchie incassate”, ossia da tre grandi vasche con parapetti in blocchi verticali rifiniti superiormente con pietre trasversali; eccetto il primo a sinistra ancora in sede sono rovinati dal tempo e dall’usura e in parte mancanti per asportazione. L’interno, tripartito, è  coperto con pietre lavorate a falsa volta e, in una delle vasche, è il piano forato per posizionare le conche, recipienti anticamente usati per raccogliere l’acqua. Dai parapetti si elevano tre archi, in conci di pietra squadrati, a sesto leggermente acuto. Tangenti con la sommità degli archi una serie di conci rettangolari - nella parte finale destra su un blocco restano delle tracce di uno stemma, parecchio deteriorato, con le armi dei conti di Celano - quindi la cornice modanata, aggettante, ad andamento orizzontale.

Note Storiche

Risalente a fine XIV - inizi XV secolo e probabilmente realizzata per volere dei Conti di Celano, è la fontana medievale in pietra, tipico esempio di fonte rurale posta poco fuori dal paese; ebbe anche la funzione di abbeveratoio - lavatoio per rispondere alle necessità di vita quotidiana di un passato non molto lontano per cui essa serviva non solo per attingere acqua per bere o per uso domestico ma anche per abbeverare gli animali o lavare i panni. Severamente danneggiata dal sisma del 1915, fu di seguito riattata mantenendo essenzialmente la forma originaria.